Home » Il Circeo | prima puntata | dove mangiare

Il Circeo | prima puntata | dove mangiare

Qual è la prima domanda che tutti ti fanno quando sanno che conosci bene un posto? Proprio quella: “Mi consigli dove andare a mangiare“? Ecco perché inizio questa serie di articoli proprio da questo argomento.

Lo so, avevo promesso che la serie dedicata al Circeo sarebbe partita prima. Che devo dirti, sono stata sopraffatta dalle vacanze, trascorse effettivamente lì.

Se hai la possibilità di ritagliarti ancora qualche giorno di ferie, questo articolo fa per te.

Andiamo con ordine e partiamo dal così detto pasto più importante della giornata: la colazione. Personalmente propendo per quella dolce. Per un cornetto o una ciambella e un cappuccino (anche freddo!) a regola d’arte, ti consiglio Il Gelatone, vera e propria istituzione di zona. Si trova lungo una strada puntellata di negozi, bar e pasticcerie – e vale davvero la pena recarvisi non solo per mangiare il gelato.

Per pranzo, a meno che tu non voglia approfittare del chiosco del tuo stabilimento (ne sono dotati tutti quelli sul lungomare), perché non concedersi un bel pezzo di pizza a taglio? Rimanendo nella parte bassa del paese, troviamo Chez Louis, rosticceria pizzeria e tavola calda: imperdibili anche i supplì, se sei un amante del genere.

Se te la senti di spingerti più nell’entroterra, devi assolutamente provare la pizza, i fritti e qualsiasi altra prelibatezza abbia da offrirti Il Giardino del Pane. Non farti ingannare dal nome: il giardino c’è, ma il pane non è solo! Se vogliamo essere precisi, puoi farci colazione (c’è la zona bar), pranzo e persino una raffinata cenetta – c’è la zona ristorante immersa nel verde.

Si è fatta l’ora della merenda, e tu hai proprio voglia di un bel gelato artigianale o di un cremolato fresco. Oltre al sopracitato Gelatone, ti consiglio anche la Gelateria Lillio, altro luogo di ritrovo iconico per chi frequenta il Circeo. Famoso per il mitico gusto variegato alla Nutella, da me amato per quello al cocomero (da queste parti si dice così) che al posto dei semini ha gocce di cioccolato fondente. Ma attenzione! Se manchi anche solo dalla scorsa stagione, devi sapere che ha lasciato la sede storica per trasferirsi in via Barone Giacchetti (Piazzale Kennedy).

Cena. Cena di pesce. Il ristorante che ha conquistato il mio cuore durante quest’estate 2021 è il Pappafico al porto. La location è bella, il personale gentile e competente, i piatti sfiziosi e abbondanti. Cosa desiderare di più? Da evitare in caso di pioggia, poiché non ha alcuna sala interna.

Se prediligi una cena veloce, spartana e alla portata di tutte le tasche ma comunque di qualità, allora non ti resta che scegliere una delle varie cooperative dei pescatori. Nate come “cucinerie” in cui veniva proposto il pescato del giorno, oggi dello spirito originale quasi tutte conservano solo il nome, ahimè. Ciò non toglie che la proposta gastronomica è ogni sera differente, l’ambiente molto informale, i prezzi tutto sommato contenuti. La mia preferita è sicuramente Zio Emilio.

Se tu che leggi sei più vicino ai 20 che ai 30 (e oltre) anni, devi concludere la serata con una bomba della Casa del Dolce. E se non hai più l’età per appesantirti prima di dormire beh, puoi sempre tornarci l’indomani per colazione!

Questa è, naturalmente, la mia personale selezione – pure parecchio ristretta. Ma che ti devo dire, non trovo eticamente corretto consigliare posti dove non sono mai stata o che non mi sono piaciuti davvero.

Buon appetito e a rileggerci alla prossima puntata dalla tua Ilaria, la Viandante Vacanziera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *