Home » Correre a due passi da Varese: il lago di Comabbio

Correre a due passi da Varese: il lago di Comabbio

Se, come me, sei un amante della corsa; ti piace dialogare con la fatica; hai una passione per le lavatrici che partono cariche solamente di indumenti tecnici (ma anche se non la hai); ecco un posto davvero speciale per correre o per passeggiare a due passi da Varese: il lago di Comabbio.

L’Insubria, come forse sai, è una zona lacustre. In un tempo molto antico fu sede di enormi ghiacciai che poi, ritirandosi, hanno lasciato qui e là qualche pozzanghera che adesso chiamiamo lago: di Varese, Ganna, Ghirla, Monate e Comabbio.

Vista satellitare di Google Maps

Situato a 243 metri sul livello del mare, immerso tra le colline circostanti, vanta una superficie di 3,4 km². Bagna i paesi di Varano Borghi, Ternate, Mercallo, Vergiate e Comabbio. Da qualche anno a questa parte, lo si può ammirare da una bellissima pista ciclopedonale ininterrotta dal traffico urbano, lunga poco più di 12 km.

Tra il parco di Ternate e Mercallo, la pista diventa una piattaforma sospesa sull’acqua molto bella e suggestiva. Passeggiando lungo il lago, nei diversi periodi dell’anno si possono scorgere aironi, tartarughe, picchi, folaghe, anatre e svassi intenti a vivere sul e intorno al lago. Sott’acqua, invece, nuotano carpe, lucci, persici ed anguille.

Se opti per la corsa o la bicicletta, ti segnalo che il percorso “vallonato” (come si dice in gergo), mette in difficoltà anche i più esperti. Ciononostante ogni anno si organizzano diverse gare podistiche. L’ultima, Corri con Samia, si è svolta domenica 6 giugno 2021. E io ho partecipato!

Per i “non competitivi” come me, la partenza era prevista alle ore 8:50. A differenza dei “competitivi”, non facevo parte di nessun gruppo sportivo: mi sono goduto la corsa come momento ludico e per stare bene con me stesso.

Il mio passo, lo dico con orgoglio, è tra i migliori al mondo tra quelli che corrono per divertirsi: 4 minuti e 33 secondi di media. A questa andatura ho ricoperto i 12.700 metri di salite, discese, praterie, tratti boschivi.

Una corsa in solitaria per i primi 10 km. Poi, i primi tre concorrenti della gara competitiva partita alle 9:00 mi hanno raggiunto e immediatamente staccato. La loro velocità era pari a 3 minuti e 5 secondi al chilometro!

Ho concluso in 57 minuti e 43 secondi, accaldato e soddisfatto, a soli 18 minuti dai primi tre.

Questo entusiasmante racconto finisce qui. Ti saluto e ti rinnovo l’invito a visitare questo splendido percorso, immerso tra il verde e le colline del varesotto.

Ale Bellotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *